Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Un pranzo al mare.

Alla ricerca (per niente complicata) di rifiuti.

Oggi un pranzo veloce sulla spiaggia. Avevo voglia di sole e mare. Ogni tanto ne devo fare scorta. Così ho preparato un panino e mi sono lanciata sugli scogli. E’ stato bello respirare aria pulita e assaggiare di nuovo il mare. Mi culla tutte le volte.

Mentre camminavo sui ciottoli di marmo (qui la spiaggia è così) sono spuntati immancabili anche i soliti rifiuti. Niente di peculiare. Se per caso volessi fare anche tu questo esperimento, qualsiasi sia il tuo mare, il risultato sarebbe identico. Su un raggio di 20 m circa ho fotografato tante bottiglie di plastica, una lattina, cialde di caffè e persino un copertone. Presto tutti questi oggetti andranno a finire in mare sommandosi a tutti quelli che già l‘acqua ospita.

Io ho portato con me la mia solita bottiglietta di vetro. Mi sento figa da morire quando la uso. Ormai praticamente sempre.

Quando l’ho acquistata pensavo che sarebbe stato abbastanza scocciante trasportarla in giro. Invece è una cosa che mi viene spontanea. Anzi se la dimentico mi manca. Ma veramente.

E con il mare ancora sulla pelle adesso torno ai miei immancabili libri. Spero che anche voi oggi abbiate avuto la vostra fetta di azione. Senza scuse. Senza sensi di colpa.

L'articolo Un Pranzo al mare. proviene da www.ecosustyle.com.



This post first appeared on Ecosustyle, please read the originial post: here

Share the post

Un pranzo al mare.

×

Subscribe to Ecosustyle

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×