Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Chiamiamolo col suo nome: un film da Oscar

Il nostro Paese ha trionfato ai Writers Guild of America Awards con il film  “Chiamami col tuo nome” del regista Luca Guadagnino, la trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di André Aciman.

Ultimo di una trilogia del desiderio, e maturato solo dopo “Io sono l’amore” e “A Bigger Splash”.

“Chiamami col tuo nome” ha ottenuto il premio dal sindacato degli sceneggiatori statunitensi per la migliore sceneggiatura adattata

La pellicola sta vivendo da protagonista la stagione dei premi. Il film del regista palermitano ha ricevuto infatti quattro nomination agli Oscar come Miglior Film, Miglior Attore Protagonista, Miglior Sceneggiatura non Originale e Miglior Canzone Originale (Mystery of Love – Sufjan Stevens). Nominato a tre Golden Globes, per sei volte agli Independent Spirit Awards e quattro volte ai BAFTA awards. “Call me by your name” è stato inoltre premiato dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani SNCCI e come Miglior Film ai Gotham Awards.

Non sono pochi i cineasti che hanno voluto elogiare pubblicamente il lavoro dell’italiano, fra i nomi Pedro Almodòvar e Thomas Anderson.

Premiato il copione di “Chiamami col tuo nome”, scritto dal regista americano James Francis Ivory

Il copione – si ricorda- è stato scritto da James Ivory, ed ha come base il romanzo di Aciman. La sceneggiatura di Ivory ha superato il testo  filmico di The Disaster Artist (fra i più temibili concorrenti del film di Guadagnino).

E intanto ques’ultimo premio relativo al movie script, e ricevuto dal Sindacato degli sceneggiatori americani, ci porta a sperare di più in una vittoria di Luca Guadagnino agli Oscar.

#callmebyyourname is out in the UK still from set

A post shared by Timothée Chalamet (@tchalamet) on

Fonte Instagram @tchalamet

Maggiore speranza per una vittoria Italiana agli Oscar 2018

Anche perché i premi ricevuti da Scappa – Get Out per la migliore sceneggiatura originale e da Chiamami col tuo nome non ci stupiscono oltremisura. Entrambi i lavori sono stati apprezzatissimi negli Stati Uniti.

La sceneggiatura di Call me by your name ha superato quella di THe Disaster Artist

La cerimonia, che ogni anno assegna i premi alle migliori sceneggiature cinematografiche e televisive, si è svolta l’undici febbraio, sia a Los Angeles che a New York.

Timothée Chalamet e la sua nomination agli Oscar come miglior attore protagonista

Watch me fumble my way through my first late night show, tonight on @fallontonight #callmebyyourname

A post shared by Timothée Chalamet (@tchalamet) on

@tchalamet

I premi assegnati nella Grande Mela hanno posto in primo piano anche il giovane Timothée Chalamet,  nel ruolo di Elio nel film di Guadagnino. Timothée è un “saggio kamikaze” seguendo Guadagnino, un talento precoce.

La sua performance  è valsa all’attore anche il premio come Miglior Attore ai New York Film Critics Circle Awards e il titolo di Scoperta dell’anno della National Board of Review.

Timothée continua a conquistare nuove fette di pubblico e soprattutto, insieme al trentunenne Armie Hammer, è uno degli attori più richiesti. Sta decisamente vivendo il suo momento d’oro.

Valeria Gennaro

The post Chiamiamolo col suo nome: un film da Oscar appeared first on Selfie Made Girl.



This post first appeared on , please read the originial post: here

Share the post

Chiamiamolo col suo nome: un film da Oscar

×

Subscribe to

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×