Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

I socialnetwork e le relazioni: quando sparire è normale!

 

Cari amici di Selfiemadegirl…I rapporti interpersonali sono sempre stati difficili, nessuno di noi ha la capacità di leggere nel pensiero ne tanto meno tutti hanno il dono della chiaroveggenza incorporata, il che per alcuni aspetti è un bene, ma resta il fatto che soprattutto nell’epoca del web e dei social, imparare a comunicare in modo efficace è complesso…Siete d’accordo?

Parole scritte a metà, messaggi scritti in chat da interpretare, emoticon, gif…Se dovessimo tornare anche soltanto negli anni 90 per un attimo resteremmo allibiti su quanto e come sia cambiato il modo di parlare, scrivere, messaggiarsi…

Accanto ai tempi che si evolvono sia tecnologicamente che culturalmente parlando, esiste sfortunatamente una costante incapacità relazionale nel saper gestire le relazioni uomo – donna, tra coppie e talvolta anche tra amici.

Quanti amici o amiche conoscete che hanno chiuso amicizie o storie che si sono concluse senza nemmeno un confronto diretto tra i due ma sono terminate tramite chat o messaggi?

Quando troncate una relazione a metà… L’assenza totale di parole, di confronto, di dialogo sono sicuramente un segnale di immaturità ma sopratutto rendono la chiusura con quella persona misteriosa e difficile da accettare…

Come mai tanta tecnologia si traduce in termini concreti in “Faccio quello che voglio e non ho bisogno di giustificarmi di nulla? Anzi sparisco e nemmeno te lo dico?”

Vediamo cosa è emerso secondo il parere di una esperta(Maria Claudia Biscione, psicosessuologa presso l’Ospedale Israelitico di Roma) ricercando materiale sull’argomento…

Quali sono i motivi che portano  un uomo a dileguarsi nel nulla? 

Quando un uomo scompare, semplicemente non ha più voglia di farsi sentire. “Banalmente perché non è più interessato”  Non è ‘scattata la molla’, insomma che non gli piacete abbastanza.

Chi sparisce secondo questa modalità ha un focus orientato su se stesso, il vantaggio di interrompere una relazione così?

Porre fine ad un’interazione che non soddisfa più. Sparire diviene quindi un modo ma efficace, veloce, indolore, e soprattutto privo di strascichi che probabilmente non si riesce o non si ha voglia di gestire…

Sparire cosi all’improvviso nasconde un disagio legato a problematiche inerenti alla coppia inespresse e sottaciute.

Spesso sono persone che hanno una forte ed esclusiva centratura su di sé. Per questo si trova nella ‘fuga’ la migliore strategia per troncare qualcosa che non soddisfa più e che è preferibile cancellare, appunto, svanendo.

Eclissarsi senza un perché è comunque un gesto violento ed egoista, sia che si tratti di una azione compiuta consapevolmente o meno con o senza la volontà di ferire.

il ‘fuggitivo’ da una immagine di se di una persona che non sa affrontare un dialogo e che ha una competenza emotiva e relazionale lacunosa.
A volte può anche rappresentare una punizione o una vendetta verso l’altro, che non ha saputo ascoltare, che non ha voluto cogliere, che ha scelto di non capire o sentire e che, magari, con i suoi comportamenti ha fatto male e ha scatenato il bisogno di dileguarsi.

Il messaggio che si trasmette all’altro è molto svalutante: “Tu non meriti un confronto, quindi non vali abbastanza per me”.

In altri casi si tratta semplicemente di una persona molto superficiale.

Come stavamo accennando a inizio articolo, questi atteggiamenti sono favoriti proprio dai social stessi, che nell’apri e chiudi delle chat e delle finestre dei profili altrui, rendono con un semplice click gli incontri scatole in cui entrare e uscire a proprio piacimento, con una modalità che si presuppone sia ‘emotivamente’ condivisa da tutti”.

Ora quando e se ritornano questi soggetti è perchè la chiusura faceva parte di un gioco relazionale (non sempre condiviso con la lei di turno), in cui il presupposto della conoscenza era la ‘leggerezza’ e che, in nome di questo, è normale un comportamento totalmente ‘disimpegnato’, anche nei codici basilari dell’educazione.

In virtù di questo presupposto, questi uomini si ripetono che non hanno fatto nulla di male, perché hanno investito nell’incontro virtuale o reale con l’altro, letteralmente il nulla… O peggio, perché credono di aver chiarito in origine la loro posizione anti-vincolo e anti-legame.

Poca consapevolezza = alta  probabilità di un ritorno, perché ci si sentirà autorizzati con la stessa superficialità a tornare dall’altro.

Se il legame era più saldo e duraturo invece, il ritornare ha in sé una responsabilità che andrà spiegata, giustificata e portata all’esame dell’altra, perché più consci di un possibile e probabile rifiuto.

A volte accade che lo stesso uomo che in alcuni casi si è codardamente dileguato, risulti in altre storie perfettamente in grado di vivere appieno il legame sentimentale.

I segnali che possono far capire il rischio che l’altro, più che interessato a noi, sia interessato all’idea di quel gioco interpersonale che si sta creando è determinato da:

  • Una carica seduttiva piuttosto forte, irruenta, vulcanica, anche eccessivamente ‘bulimica’ e vorace, come se fosse uno scambio da consumare tutto e subito.
  • In questi casi converrebbe, anziché, entusiasmarsi sul quanto ci si senta desiderate, ragionare su quali sono i piani del coinvolgimento e su cosa realmente si sta comunicando l’un l’altro

Quando capitano situazioni come queste occorre:

  • evitare di cercarlo ‘ossessivamente’; meglio darsi un numero limitato di tentativi in cui chiedere un chiarimento e se lui continua nel silenzio,
  • imparare a gestirsi la frustrazione senza continuare a cercare un perché.
  • evitare di insultarlo più o meno pubblicamente, denigrandolo con amici comuni o via mail…
  • evitate di minimizzare il suo gesto, solo per paura di chiudere definitivamente la storia…
  • Comunicate ciò che ritenete giusto e adeguato, anzi… Difendetelo con assertività, allo stesso tempo non rinunciate a ‘educare’ gli altri, quando ci mancano di rispetto!

Questo significa non perdere mai di vista noi stesse. Chiarite subito con l’altro, nel qui e ora quale è stato il comportamento scorretto, cosa abbiamo provato e come ci ha fatto sentire.

Ricordate che Prendere tempo può essere interpretato come un segnale che anche per noi va bene cosi. Ovviamente a prescindere da tutto…Occorre capire se davvero anche noi siamo d’accordo…

Siate coerenti!

 Le vostre azioni sono in linea con i vostri atteggiamenti?

Questo è molto importante, cosi come comunicargli da subito e con sincera serenità cosa davvero si vuole dalla relazione, senza finzioni o modifiche forzati, comodi solo per l’altro che per primo ha messo in chiaro le sue di regole.

Cogliamo i segnali. Rivediamo tutta la storia con un atteggiamento più lucido, cerchiamo eventuali indizi disfunzionali che sono sfuggiti. Infine, impariamo qualcosa di nuovo.

Siete d’accordo?

Al prossimo articolo!

fonte: (uomini che all improvviso spariscono)

The post I socialnetwork e le relazioni: quando sparire è normale! appeared first on Selfie Made Girl.



This post first appeared on , please read the originial post: here

Share the post

I socialnetwork e le relazioni: quando sparire è normale!

×

Subscribe to

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×