Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Castelbuono in comune “nei margini di una critica all’operato e non alle persone”

Castelbuono in comune “nei margini di una critica all’operato e non alle persone”

Cari concittadini, ci corre l’obbligo di chiarire un concetto fondamentale che sta alla base di ogni democrazia che si rispetti. In ogni amministrazione pubblica, così come in ogni forma di governo, l’operato di chi detiene la maggioranza va sottoposto ad un rigoroso controllo da parte di una minoranza che opera invece all’opposizione. Questa dualità è finalizzata a garantire il cittadino da derive autoritarie di cui la Storia ci è costantemente maestra. Infiniti gli esempi di abusi da parte di chi detiene il potere che, se è vero che non possono essere arginati da una minoranza con la forza dei numeri, possono essere delimitati con il potere della parola, dell’uso delle leggi del nostro Stato, per fortuna ancora di diritto, all’interno del quadro della moralità e della legislazione.

Assistiamo continuamente, sia a livello locale che nazionale, ad una metaforica chiamata alle armi dei cittadini attraverso l’uso di parole d’ordine e contrapposizioni vuote e strumentali: amore-odio, bene-male, giusto-ingiusto. In pratica, una parte politica strumentalizza l’opinione pubblica attraverso un imbroglio deciso a tavolino. Chi critica un fatto non lo farebbe perché il fatto è oggettivamente sbagliato, ma perché odia l’autore del fatto. In questo modo ottiene due risultati: distoglie l’attenzione dai problemi veri e attrae Sulla persona, criticata per le azioni compiute, le simpatie dell’opinione pubblica perché la fa transitare nel ruolo della vittima.

La Politica invece, quella con la p maiuscola, è tale quando si basa sull’argomentazione, sul dubbio critico, sulla mediazione. Amore e odio, in quanto sentimenti, appartengono ad una dimensione lontana dalla Politica ma che, a ragion veduta, vengono continuamente evocati per catturare un consenso basato sugli istinti e non sulla ragione.

E adesso riportiamo l’attenzione sulla politica locale. Riportiamo di seguito i links degli ultimi interventi di Castelbuono in comune, nei quali invitiamo a cercare un solo passaggio che sia un attacco personale. Ci sembra di essere rimasti nei margini di una critica all’operato e non alle persone.

Castelbuono in comune sugli “inviti speciali” per la solenne processione del 27
Castelbuono in comune: “Incuria e degrado nel nostro cimitero”

Ma si capisce che, piuttosto che riflettere sulla critica e rispondere puntualmente, è più utile spostare l’attenzione sulle persone. Perché si sa, non sbaglia chi commette una scorrettezza, sbaglia chi la rileva. Così come è sbagliato per i giornalisti buttare fango su Castelbuono, poco importa se in questo felice paese le cose succedono, e tante, allo stesso modo è sbagliato che questi odiosi (nel senso che odiano) dell’opposizione criticano l’operato della maggioranza, scordando che l’opposizione esercita il ruolo a cui è stata chiamata dall’elettorato.

Per quanto detto, stiano sicuri il Sindaco e la maggioranza che Castelbuono in comune non cadrà nel tranello che oramai è chiaro anche ai bambini. Se si vuole scendere sul personale, lo si farà rispondendo punto su punto e chiarendo tutte le menzogne che vengono divulgate per accreditarsi agli occhi di chi non conosce i fatti. Di sicuro questo modus operandi non ci intimorirà, né ci distoglierà dal ruolo di controllo che cerchiamo di esercitare con dirittura morale e libertà di pensiero.

Coordinamento Castelbuono in comune



This post first appeared on Castelbuono .Org – Fatti E Opinioni Del Tutto Castelbuonesi., please read the originial post: here

Share the post

Castelbuono in comune “nei margini di una critica all’operato e non alle persone”

×

Subscribe to Castelbuono .org – Fatti E Opinioni Del Tutto Castelbuonesi.

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×