Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Chiacchiere al profumo d’arancio

Domenica io e Maya ci Siamo cimentate in uno dei dolci tipici del periodo, le chiacchiere. È stata la prima volta per entrambe, ebbene sì, nella mia vita non mi ero mai cimentata da sola in questa avventura culinaria. Le facevo da piccola con Maya, ma vi assicuro che mia madre non mi ha mai lasciata con l’impasto o cose simili a sbizzarrirmi per trascorrere un pomeriggio invernale. La cosa bella è che invece adesso dice che faccio bene a fare così con mia figlia, ma si sa con il tempo tutti diventiamo più buoni:) Veniamo alla ricetta, ho apportato qualche modifica alla ricetta tradizionale che prevede un pochino di limoncello, oppure, un pochino di liquore strega con l’essenza di arancio.

Ingredienti

300 grammi di farina.

2 uova intere

50 grammi di zucchero

1 pizzico di sale

3 cucchiai di olio di semi

essenza all’arancio

zucchero a velo

Procedimento

In una ciotola mettete la farina e le uova e iniziate a frullare.

aggiungete lo zucchero, l’olio e continuate a frullare fin quando gli ingredienti si saranno amalgamati, poi continuare l’impasto con le mani.

Noi ci aiutiamo sempre con il frullatore, perché, in realtà così è più semplice e ci divertiamo di più. Nel frullare Abbiamo anche avuto un incidente di percorso, si è rotta una frusta ma noi siamo temerarie e siamo andate avanti con una sola frusta.

Aggiungere un pizzico di sale, l’essenza di arancio e continuare ad amalgamare l’impasto fino a quando non raggiunge una bella consistenza elastica.

Suddividete l’impasto, stendetelo con il matterello, oppure, per chi la utilizza la macchina per fare la pasta.

Con una rotellina tagliate delle striscioline, della misura che volete e iniziate a friggerle in padella con olio bollente.

Mi raccomando mettetene poche alla volta se le avete fatte lunghe, altrimenti diventerà un pastrocchio, si unirà tutto. Noi, come sempre, abbiamo fatto dei tagli irregolari e poi abbiamo passato sopra (esclusivamente per divertirci) la rotella che si usa per le decorazione di pasta di zucchero:).

Appena saranno dorate mettetele in un piatto su cui avrete messo della carta assorbente per togliere l’olio in eccesso. Cospargetele di zucchero a velo e buon appetito!

L'articolo Chiacchiere al profumo d’arancio proviene da Una mamma psicologa.



This post first appeared on Una Mamma Psicologa, please read the originial post: here

Share the post

Chiacchiere al profumo d’arancio

×

Subscribe to Una Mamma Psicologa

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×