Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

HIV felina: cos’è la FIV e come conviverci

HIV Felina: Cos’è La FIV E Come Conviverci

Cosa sapere sulla HIV felina, i miti da sfatare e i consigli da seguire

La FIV è una malattia specificamente felina, sostenuta da un virus. Non è curabile, ma offre lunghe aspettative di vita, una buona qualità della vita e può essere tenuta sottocontrollo. Non è una malattia pericolosa per l’uomo. In nessun modo, e in nessuno caso, la FIV è trasmissibile alla specie umana.

La FIV: cos’è e come si comporta

La FIV è chiamata anche HIV felino perché si comporta e trasmette, a tutti gli effetti, come l’AIDS umano. È un virus, molto contagioso, che attacca i globuli bianchi, cioè le cellule del sistema immunitario. Col passare del tempo, il virus FIV distrugge sempre più globuli bianchi, mettendo il gatto in una situazione di fragilità verso altre malattie. Un gatto non muore quasi mai di FIV. Può morire, però, per altre malattie, anche banali, che non riesce a combattere.

Come si contrae la FIV

Esattamente come l’HIV, la FIV si trasmette da gatto a gatto tramite il contatto diretto con le secrezioni corporee. Quindi, le possibilità di trasmissione sono:
– con i morsi, per il contatto saliva-sangue
– con l’accoppiamento
– con l’ingestione di feci e urine infette: su questo punto, però, la medicina veterinaria pone un interrogativo. Non è ancora chiaro se un gatto che annusa o lecca gli escrementi di uno infetto si possa realmente ammalare di FIV. Non è sicuro che l’ingestione di liquidi FIV positivi possa procurare la malattia. Sembra che questo dipenda da situazioni particolari: da quanto tempo gli escrementi erano stati deposti, dalla presenza di abrasioni e tagli nella bocca o sul naso del gatto che ne viene in contatto. In conclusione: il contatto con urine e feci infette resta un comportamento a rischio contagio, anche se meno comune di altre modalità.

Le fasi della FIV

Quando un gatto contrae la FIV, dopo qualche giorno può avere dei sintomi aspecifici: febbre, ghiandole ingrossate, malessere, spossatezza. La fase acuta della malattia dura 2-3 giorni, per poi passare completamente. In realtà, i sintomi della FIV non torneranno mai più. Da quel momento in poi, però, il sistema immunitario del gatto infetto è deficitario e il micio tenderà ad ammalarsi spesso. Inoltre, le complicanze di ogni patologia, saranno più intense e gravi.

La differenza tra FIV e FAIDS

La FAIDS è la malattia sostenuta dalla FIV in fase terminale. Si può dire che la differenza tra FIV e FAIDS è la stessa che intercorre tra HIV e AIDS. Un gatto FIV positivo, ben curato e controllato, difficilmente arriva a vivere la fase terminale della malattia, semplicemente perché vivrà prima la vecchiaia e la morte fisiologica per anzianità. La fase della FAIDS, invece, è molto comune tra i poveri randagi, che non hanno nessuno che si occupa di loro. In quei casi, la fase terminale arriva nel giro di pochi anni. I sintomi sono:
– occhi cisposi, probabilmente ipovedenti, lacrimosi e incrostati
– naso e mucose secche, screpolate, a volte ulcerate e sanguinanti
– gonfiore dello stomaco e della pancia, spesso per danni renali o all’apparato digerente
– pelo rovinato e rado, con chiazze che lasciano intravedere la cute
– ulcere, purulente o sanguinolente, sulla pelle, sui polpastrelli, sulle zampette
– magrezza estrema

Come convivere con un gatto FIV positivo?

Se si possiede un gattino con la FIV bisogna entrare nell’ordine di idee di trattarlo e goderselo esattamente come si farebbe con un gattino sano. Il gatto FIV positivo può avere una qualità della vita assolutamente normale: può essere coccolato, baciato, può dormire nel letto, senza nessun pericolo o problema. La FIV non si trasmette all’uomo. Un gatto FIV positivo può mangiare quello che mangiano tutti i gatti e giocare come se fosse sano. L’unica cosa da tenere sempre presente è che un micio FIV positivo, al primo sintomo di un qualsiasi malessere ( vomito, diarrea, apatia, febbre, occhi lacrimosi ) va portato immediatamente dal veterinario. Anche una semplice zecca o qualche pulce potrebbero avere gravi conseguenze, così come una banale infestazione da vermi. La FIV si controlla solo intervenendo tempestivamente su tutte le malattie che il gatto contrae.

L'articolo HIV felina: cos’è la FIV e come conviverci proviene da Animalovers.



This post first appeared on Animalovers.it, please read the originial post: here

Share the post

HIV felina: cos’è la FIV e come conviverci

×

Subscribe to Animalovers.it

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×