Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Mediaset e Partito di Renzi: pronti all’inciucio

Il Pd è morto, nasce il Pdr, il Partito Di Renzi. Questa volta il bugiardissimo non si è nascosto ed ha creato liste di candidati zeppe solo di suoi fedelissimi, concedendo poche briciole alle minoranze interne. Per i critici, a partire da Letta, si tratta di un suicidio annunciato, con il Pdr che andrà incontro ad una sconfitta epocale. Una sconfitta che, tuttavia, potrebbe essere solo tattica e momentanea. Il centro destra, dopo le ultime dichiarazioni di Berlu, ha fermato la propria crescita verso il fatidico 40% e le esternazioni di Confalonieri, il fedele amico di Berlu, confermano la preferenza del Partito Mediaset per l’inciucio con il bugiardissimo subito dopo il voto.

D’altronde le menzogne del bugiardissimo hanno caratterizzato tutta la sua carriera politica ed è impossibile fidarsi. Quanto a Berlu, dice in Italia l’opposto di quello che sostiene in Europa, dunque sarà coerente in ogni caso con la propria incoerenza. E se Pdr e Forza Italia non avranno i numeri sufficienti per governare, arriveranno in soccorso gli immancabili “responsabili” che garantiranno numeri e governabilità in cambio di poltrone e strapuntini. Senza particolari difficoltà, perché la Rai controllata dal Pdr sarà alleata del Partito Mediaset e la 7 di braccino Cairo ha ormai scelto la strada dell’irrilevanza grazie a conduttori di assoluta faziosità. Uno scenario che dovrebbe preoccupare Lega e Fdi, ma anche LeU e 5 stelle. Invece le preoccupazioni riguardano la composizione delle liste, con gli amici da piazzare nei collegi sicuri e gli avversari interni da escludere o da spedire dove la battaglia è persa in partenza. E allora, come conseguenza logica, si rinuncia a provare a vincere alle regionali in Lazio, con il rischio che la pessima scelta per la presidenza regionale penalizzi anche il voto politico.

Ma altre regioni andranno al voto il prossimo anno ed un accordo tra il partito Mediaset ed il Pdr renderebbe impossibili le alleanze nel centro destra con Forza Italia. L’inciucio, però, potrebbe portare ad un ridimensionamento del ruolo delle Regioni e delle Province autonome. Con buona pace dei sudtirolesi chiamati a votare per Maria Elena Etruria per l’accordo tra Pdr e Svp. Proprio quella Maria Elena Etruria che voleva eliminare le autonomie locali. Per la coerenza passare dopo.

L'articolo Mediaset e Partito di Renzi: pronti all’inciucio proviene da Secolo Trentino.



This post first appeared on Secolo Trentino, please read the originial post: here

Share the post

Mediaset e Partito di Renzi: pronti all’inciucio

×

Subscribe to Secolo Trentino

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×