Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Presepe Bolzano: autori della foto blasfema rischiano conseguenze penali

E’ successo a Bolzano, in occasione dei mercatini di Natale: la location è il presepe in piazza Walther, in pieno centro cittadino. Una ragazza calpesta la statua del bambin Gesù bevendo vin brulé, mentre i due amici mimano un rapporto sessuale – l’uno con un Re magio, l’altro con una pecorella. Lo scatto è stato pubblicato su Instagram e in breve ha scatenato una tempestosa polemica sui social.

Una foto che rischia di portare per i ragazzi anche delle conseguenze penali. Infatti, secondo quanto recita l’articolo 404 del codice penale, «chiunque, in un luogo destinato al culto, o in un luogo pubblico o aperto al pubblico, offendendo una confessione religiosa, vilipende con espressioni ingiuriose cose che formino oggetto di culto, o siano consacrate al culto, o siano destinate necessariamente all’esercizio del culto, ovvero commette il fatto in occasione di funzioni religiose, compiute in luogo privato da un ministro del culto, è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000. Chiunque pubblicamente e intenzionalmente distrugge, disperde, deteriora, rende inservibili o imbratta cose che formino oggetto di culto o siano consacrate al culto o siano destinate necessariamente all’esercizio del culto è punito con la reclusione fino a due anni». Compito della giurisprudenza adesso è decidere se il presepe può essere considerato un luogo di culto.

L'articolo Presepe Bolzano: autori della foto blasfema Rischiano Conseguenze Penali proviene da Secolo Trentino.



This post first appeared on Secolo Trentino, please read the originial post: here

Share the post

Presepe Bolzano: autori della foto blasfema rischiano conseguenze penali

×

Subscribe to Secolo Trentino

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×