Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Perchè ho scritto che fumare fa bene?

Sicuramente molti dei miei cari lettori che mi seguono sono rimasti sconcertati nel leggere il mio pezzo in cui invitavo a fumare sigarette. Non vi preoccupate, non sono impazzito e non penso nulla di tutto ciò che ho affermato, anzi, demonizzo senza ombra di dubbio il fumo.

L’articolo è stato creato per affrontare due delicati temi sociali: il buonismo e l’assolutismo. Per quanto riguarda il primo, non posso fare a meno di constatare che si cerca oggigiorno sempre di più di giustificare certi comportamenti, certe situazioni sociali che dovrebbero essere condannati senza se e senza ma dalla popolazione. Eppure oggigiorno ci facciamo travolgere dagli eventi così come riportati dai media, tolleriamo e andiamo incontro a certe richieste Che Vanno Contro il diritto, la scienza e lo stato di natura. Cose che sono fuori legge, se abilmente manipolate, diventano consentite; stessa cosa per quanto riguardano tutti quei fatti che vanno contro natura. La stessa scienza, sopratutto la psicologia, deve a volte cedere il passo alle richieste di una società malata. Così certe parafilie, anche se dannose alla salute, vengono tranquillamente consentite da una società ormai priva di valori morali. Teoricamente anche il fumo potrebbe diventare una cosa normale per la società, basta innescare tutta quella serie di fattori che “normalizzerebbero” un fenomeno sbagliato. 

Altra questione è l’assolutismo. Non ho ignorato i commenti di tutti voi che raccontavate le vostre esperienze sul fumo e su come abbiate lottato per  smettere. Dare un valore assoluto su una cosa è doveroso se si sente che quella cosa fa male. Spesso i nostri politici, e sopratutto i loro entourage, valutano i vari problemi sociali da un’ottica sociale staccata, criticando pesantemente il populismo, che si basa proprio sulle sensazioni che vive la massa. Ebbene, perché si deve demonizzare il populismo. Così come il fumo di sigarette causa insoddisfazione, e soprattutto un pericolo, per la gente e i nostri governanti limitano il fenomeno, perché allora non applicare il populismo anche su altri aspetti della nostra vita? Perché una donna deve avere paura a uscire di casa? Perché vi è timore nel girare in certi quartieri della città? La soluzione a queste domande non è “evitare i guai” perché certi problemi si devono risolvere, dato che non sono stati affrontati in precedenza, in chiave populista. 

Il buon principe, come diceva Macchiavelli, deve cogliere i problemi prima che il popolo se ne renda conto, sennò è troppo tardi. Su questioni come il fumo si è accorto, su altre pare proprio di no.

L'articolo Perchè ho Scritto Che Fumare fa bene? proviene da Secolo Trentino.



This post first appeared on Secolo Trentino, please read the originial post: here

Share the post

Perchè ho scritto che fumare fa bene?

×

Subscribe to Secolo Trentino

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×