Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Oscar 2018: i vincitori dell’edizione n° 90 dei premi del cinema

La cerimonia degli Oscar 2018 in scena il 4 marzo

Una maratona televisiva che ha fatto fare agli italiani la spola tra gli aggiornamenti sui dati elettorali e gli Oscar 2018. Proprio così, perché mentre in Italia il 4 marzo si votava e si eleggeva un nuovo governo, in America andava in scena la manifestazione più glamour, ricca e famosa del cinema mondiale.

Un’edizione, quella degli Oscar 2018, con un valore aggiunto, visto che si è arrivati al compleanno numero 90.oscar 2018

90 anni di statuette e nomination, fra colpi di scena storici e look più o meno adeguati.

Quella di quest’anno, però, è stata un’edizione un po’ spenta, sottotono, colorata forse in un paio di punti, ma che non ci ha regalato troppe emozioni.

Oscar 2018: i vincitori delle categorie più importanti

Miglior film, Miglior attore protagonista, Miglior attrice protagonista, Miglior attore non protagonista e Miglior attrice non protagonista. Queste le categorie che destano maggior interesse nel pubblico. Sì, ci sono poi il regista, la musica e la sceneggiatura, e tutti i premi tecnici più o meno “famosi”, ma i “premi da sogno” sono questi 5 sopra elencati.

Chi ha vinto cosa e per che film? Fino all’ultimo si scommetteva su questo o su quell’altro film, su una Margot Robbie con statuetta in mano, su una rivincita delle donne (e delle bionde) grazie a Greta Gerwig. In Italia si è sperato in Luca Guadagnino, per un film che di italiano ha il regista e l’ambientazione, ma che è stato ignorato fino alla candidatura, come da buona tradizione italica, che quando qualcosa funziona, allora è un orgoglio italiano e siamo tutti italiani bravi e belli, salvo poi storcere il naso e additare nei più beceri modi un film che, forse meritava di più, ma che anche senza tante statuette, ha avuto un impatto mondiale davvero forte.

oscar 2018

Luca Gauadagnino in Prada

Miglior attore non protagonista

Primo premio della lunga serata, l’Oscar 2018 per il Best actor in a supporting role è andato a Sam Rockwell, per il suo poliziotto campagnolo di Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

oscar 2018

Sam Rockwell in Prada

Il primo attore a salire sul palco si è presentato in completo Prada e ha ringraziato tutti i suoi “sfidanti”, prassi che non è così scontata agli Oscar, nonostante sarebbe bene farlo.

Miglior attore protagonista

Dopo infinite ore di premi tecnici, performance musicali e pubblicità, finalmente si è arrivati al Miglior Attore Protagonista. Circa verso le 5 del mattino italiano.

oscar 2018

Gary Oldman in Prada

Grande attesa per questo premio, che ha rischiato di incoronare il giovane protagonista di Chiamami col tuo nome, Timothée Chalamet. Il premio è andato a Gary Oldman per il suo Churchill, ma è palese che con le sue 71 nomination (distribuite in vari premi da un anno a questa parte) e 38 premi vinti per il suo ruolo di Elio, Timothée è il vincitore morale, non più un ragazzino sconosciuto, ma è nata una stella.

Miglior attrice non protagonista

oscar 2018

Allison Janney in Reem Acra

Battaglia fra madri. Fino all’ultimo c’era chi voleva vedere sul palco la madre di Lady Bird, chi la terrificante madre di Tonya Harding. E proprio quest’ultima ha avuto la meglio. Allyson Janney  sale sul palco a ritirare la statuetta. Dal piccolo schermo, dove l’abbiamo apprezzata nella sconclusionata madre di Anna Faris in Mom, al grande successo degli Oscar. Mama rules!

Miglior attrice protagonista

Lotta fra titani. Chi puntava sulla Tonya di Margot Robbie, chi sull’inserviente muta de La forma dell’acqua, chi sulla madre incazzosa di Tre manifesti. Non una sorpresa, certo, in realtà nessuno dei premi principali ha dato uno scossone alla serata. E non fa eccezione la statuetta di Frances McDormand, che vince per Tre Manifesti a Ebbing, Missouri. Meritatamente.

oscar 2018

Frances McDormand in Valentino Resort 2018

Miglior Film

oscar 2018

fan art dei film in nomination

Qui c’era una vera lotta, forse il premio che meno ci si aspettava (e forse non del tutto meritato?). A spuntarla fra i grandi film in corsa per il Best picture, presentato anche quest’anno da Faye Dunaway e Warren Beatty, reduci dallo strafalcione del 2017 dove annunciarono un vincitore errato, è La forma dell’acqua. Guillermo del Toro ha vinto anche come miglior regia e con questo film ha vinto pure lo scorso Festival del Cineama di Venezia. Insomma, una bella storia d’amore e di diversità, un film…film. Forse il “colpo di scena” della serata, visto che in molti puntavano su Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

oscar 2018

Guillermo del Toro in Giorgio Armani

L'articolo Oscar 2018: i vincitori dell’edizione n° 90 dei premi del cinema sembra essere il primo su BuzzNews.



This post first appeared on BuzzNews, Le Notizie Che Fanno Rumore, please read the originial post: here

Share the post

Oscar 2018: i vincitori dell’edizione n° 90 dei premi del cinema

×

Subscribe to Buzznews, Le Notizie Che Fanno Rumore

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×