Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

CASA DIVISA

CASA DIVISA




Mi ricollego al discorso di venerdì sulla Residenza Permanente a Cuba e sulle sue caratteristiche.
Capita di leggere una marea di minchiate, dette spesso da chi manca dall'isola da anni.
Le cazzate riguardano sopratutto la proprieta' di una Casa e cio' che potrebbe accadere nel caso di sanguinoso divorzio.
Ricordiamoci sempre che lo stato cubano, RP o non RP, puo' espropriare la casa in qualunque momento a seguito di giusta causa.
Quanto sia giusta....e' lo stato cubano a deciderlo.
Avevo gia' raccontato dell'ex paladar Moncloa a Las Tunas, oggi sede di uffici del ministero della salute.
Come sempre parlo citando casi e fatti concreti.
Se si acquista casa e non si vive a Cuba, esserne o meno possessore, in toto o al 50%, non ha alcuna importanza visto che non ce la si gode.
Se invece viviamo a Cuba, fino a quando le cose funzionano tutto ha un senso, i problemi nascono quando le cose smettono di funzionare.
In caso di divorzio le opzioni sono poche,  tutte quante rendono il fatto di essere in possesso del 50% dell'immobile una specie di barzelletta.
Il figlio di una mia duena storica, cubano, anni fa divorzio' dalla moglie con cui viveva sopra la renta, ricordo bene tutto perche' in quel periodo ero ospite della casa.
Quando divorzi, anche a Cuba, un opzione e' quella di vendere la casa e dividere il denaro.
Una casa sopra una renta, anche in quegli anni, non la voleva nessuno, cosi' il giudice stabili' che dovevano dividerla a meta'.
Oggi, con cento che vendono e uno che compera, la cosa e' decisamente piu' complicata.
Quando devi dividere la casa non e' che uno si prende la camera da letto e l'altro il bagno....non funziona cosi'.
Il giudice stabilisce che entrambe le mezze case devono essere in possesso del...minimo sindacale; bagno, camera da letto, cucina.
Quindi il figlio della duena, in possesso dei mezzi per farlo, dovette tirare su i muri per dividere la casa, fare un bagno e una cucina nella meta' casa che toccava all'ex moglie, in quanto queste parti della casa erano finite nella sua meta'.
Un bel bagno di sangue....se poi parliamo di casa in stile Yuma....fatevi voi i conti.
Se ci sono figli piccoli.....c'e' da ridere.
C'e' passato l'italiano da cui ho comperato casa, poi diventata Grande Torino.
La casa precedente in cui viveva con moglie e 2 figli, avrebbe potuto essere divisa a meta', ma le cose non sono andate in questo modo.
A parte il fatto che lui non avrebbe mai accettato una soluzione simile, comunque il giudice stabili' che nella meta' casa che toccava a moglie e figli non esistevano gli spazi necessari per tutti e....destino' tutta la casa alla moglie.
Quindi, grazie ai figli, conservo' la RP e si compro' una seconda casa intestata solo a lui.
Quindi la prima casa volo' via esattamente come se non avesse avuto nessuna RP.
Quindi in assenza di figli occorre garantire alla moglie o meta' casa o un tetto sopra la testa, visto che vendere e' difficilissimo.
In presenza di figli minorenni occorre un'adeguata location sia per la ex moglie che per i pargoli...e ci deve pensare il marito.
Se poi ci sono i culi bianchi nel mezzo...beh...anche il giudice e' cubano e anche lui e' convinto che lo yuma..in quanto tale...tiene dinero e si comportera' di conseguenza.
Se il mantenimento per i figli per i cubani e' di 50 pesos cubani mensili, se ci sono stranieri di mezzo la situazione raramente resta al di sotto del centone (Cuc)
Sono cazzate rispetto alle cifre che ballano da noi, ma e' comunque sempre 50 volte piu' di quello che tocca al ex cubano.
Sulla carte la RP dovrebbe equiparare il culo bianco al cubano in pratica le cose vanno in modo molto differente.

M&S CASA PARTICULAR HA AGGIUNTO UNA CASA
CASA DE SANTOS 



This post first appeared on CUBA;UN'ISOLA NEL SOLE, please read the originial post: here

Subscribe to Cuba;un'isola Nel Sole

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×