Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

I 10 Svantaggi di Bitcoin: ecco cosa considerare

Tags: bitcoin

Investire in Bitcoin conviene davvero? Ecco 10 svantaggi da considerare

Ultimamente c’è stato un boom incredibile del Bitcoin, la moneta virtuale che a dicembre 2017 è riuscita a raggiungere la quotazione di 19mila dollari, dopo che pochi giorni prima aveva fatto il suo debutto nel Chicago Board of Trade, la borsa di Chicago.

Dopo questo successo impensabile, anche in Italia molte persone si sono chieste se è davvero possibile guadagnare sfruttando questa nuova moneta. La realtà purtroppo è un’altra: di seguito ecco quali sono i principali 10 svantaggi che ha il Bitcoin, per i quali sarebbe meglio pensarci molto prima di fare un investimento su questa nuova moneta.

1. E’ Solo Digitale
Il Bitcoin è una moneta virtuale esclusivamente digitale, non esiste uno scambio fisico di soldi ma per trasferire un Bitcoin o una frazione di Bitcoin è assolutamente necessario operare attraverso la rete peer to peer di Bitcoin, che si basa su un registro pubblico chiamato blockchain.

2. Richiede una conoscenza tecnologica
Per acquisire o trasferire un Bitcoin è necessario avere un indirizzo Bitcoin ed operare nella blockchain. Questo richiede obbligatoriamente una conoscenza tecnologica almeno minima, la quale potrebbe spaventare i meno amanti della tecnologia, che resterebbero quindi esclusi.

3. Prezzo Instabile
Il prezzo del Bitcoin è altamente instabile. Può infatti subire degli aumenti considerevoli di quotazione in poco tempo, ma allo stesso tempo potrebbe essere svalutata in brevissimo tempo. Questa instabilità rende la moneta virtuale meno appetibile a chi vorrebbe investire per guadagnare in modo sicuro.

4. Impossibile Conoscere previsioni della quotazione
Non avendo un ente centrale che possa stabilire il mercato, le fluttuazioni di quota del Bitcoin restano imprevedibili e sconosciuti anche ai più esperti. Quindi prima di investire nei Bitcoin è meglio sapere da subito che potrà essere anche un investimento a fondo perduto.

5. Anonimo ma non Troppo
Anche se sono in molti ad aver diffuso la voce che il Bitcoin sia anonimo, in realtà non è proprio vero. Infatti tutte le transazioni, compreso l’indirizzo Bitcoin che le genera, restano registrate per sempre nel registro blockchain. Quindi è possibile risalire a tutte le transazioni generate da un determinato indirizzo Bitcoin, anche se resta anonima l’identità della persona che c’è dietro l’indirizzo stesso.

6. Transazioni irreversibili
Ogni transazione avvenuta nella rete bitcoin non è reversibile, ciò significa che prima di effettuare un pagamento bisogna conoscere bene il destinatario poichè, in caso di errore, non si potrà tornare indietro in nessun modo, se non richiedendo indietro i Bitcoin versati alla persona che li ha ricevuti.

7. Operatività solo su rete Bitcoin
Essendo una moneta virtuale, il Bitcoin può girare solamente sulla rete Bitcoin attraverso il registro blockchain. Ciò vale a dire che esternamente a questa rete non è possibile pagare, trasferire o ricevere soldi Bitcoin, e questo è un grande limite.

8. Impossibile perdere chiave privata
Sul blockchain è possibile eseguire tutte le attività sui propri bicoin per mezzo di una chiave privata di 33 caratteri, che serve per firmare digitalmente ogni transazione. Nel caso questa chiave venisse smarrita non sarebbe in alcun modo possibile recuperare il bitcoin (e quindi il denaro) posseduto nella rete.

9. Ancora Sperimentale
Sebbene ormai sia nata da diversi anni ed abbia raggiunto un valore di quota altissimo, il Bitcoin resta una moneta ancora in pieno sviluppo, poichè è totalmente diversa rispetto a tutte le altre monete che già sono esistite. Per questo motivo nessuno può dire a priori e con certezza quale sarà il suo futuro.

10. Valuta non Ufficiale
Il Bitcoin non è una valuta riconosciuta ufficialmente dal sistema bancario. Lo si può definire, come già ha fatto la Banca di Israele, un asset finanziario che una persona può avere, ma non una vera e propria moneta.

Questi sono i principali i motivi per i quali sarebbe meglio non affidarsi ai Bitcoin per un investimento sicuro e magari scegliere altri settori come i conti deposito o il settore immobiliare dove si possono fare dei buoni investimenti. Nel caso invece si volesse puntare sulla fortuna, il Bitcoin potrebbe anche essere la scelta giusta, considerando che chi ha preso i Bitcoin all’inizio della sua creazione, nel 2009, adesso ha davvero avuto un guadagno notevole per il valore che la moneta ha raggiunto in questi anni.

Fonte: https://www.librettodirisparmio.com

L'articolo I 10 Svantaggi di Bitcoin: ecco cosa considerare proviene da undercult.



This post first appeared on Undercult.it, Arte E Tendenze, please read the originial post: here

Share the post

I 10 Svantaggi di Bitcoin: ecco cosa considerare

×

Subscribe to Undercult.it, Arte E Tendenze

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×