Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Desmond Tutu: l’Africa e i cambiamenti climatici

In un appello registrato per il World Development Movement, l’arcivescovo Desmond Tutu parla delle conseguenze del riscaldamento globale per l’Africa e i paesi del Sud del mondo che subiscono gli effetti degli sprechi nei paesi più ricchi.

185 milioni di africani rischiano di morire nel corso di questo secolo a causa dei Cambiamenti Climatici causati da un uso eccessivo delle risorse da parte dei cittadini del Nord del mondo: un cittadino del Regno Unito produce mediamente cinquanta volte più CO2 di un qualsiasi abitante di un paese in via di sviluppo (e da noi in Italia gli sprechi e gli abusi sono ancora peggiori).

Un’ingiustizia globale che noi cittadini dei paesi ricchi possiamo contribuire ad arrestare, “agendo da cittadini del mondo e non come consumatori isolati”. Desmond Tutu ci esorta a limitare i viaggi di affari in aereo, spesso inutili, e a richiedere ai nostri amministratori pubblici di raggiungere riduzioni dell’80% nelle emissioni di CO2.

Se non agiamo subito, insieme ai nostri fratelli e alle nostre sorelle nel Sud del mondo, quello che è già sotto i nostri occhi, carestie, inondazioni, epidemie dovute alla scarsità di acqua, rischia di aggravarsi progressivamente e irreversibilmente.

Campagna clima del World Development Movement

Take Our Poll


This post first appeared on Andrea Spila Traduttore E Formatore – “Smile, Breathe And Go Slowly”, please read the originial post: here

Share the post

Desmond Tutu: l’Africa e i cambiamenti climatici

×

Subscribe to Andrea Spila Traduttore E Formatore – “smile, Breathe And Go Slowly”

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×