Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

DOP e IGP : l’export spiega le vele

Prodotti DOP e IGP italiani alla conquista dei mercati mondiali. Due sigle che, da tempo, hanno cominciato a fare davvero la differenza nella promozione del Made in Italy agroalimentare in Italia e nel mondo. Un segno ulteriore della capacità dei prodotti italiani di emergere per eccellenza e qualità, e un riconoscimento implicito anche da parte dei consumatori, sempre più attenti e consapevoli dei loro acquisti.
Nell’ultimo rapporto presentato di recente a Roma da Ismea e dalla Fondazione Qualivita, nel 2017 ben altri 4 riconoscimenti sono stati assegnati a prodotti d’eccellenza italiani, per un numero totale di 295 beni agroalimentari certificati DOP e IGP. Una cifra conferma l’Italia stabilmente al comando nella classifica dei paesi europei con prodotti DOP e IGP.

Ma le soddisfazioni non finiscono qui. Se si considerano anche i vini certificati, a cui ESG89 Group ha dedicato un’analisi specifica soprattutto in merito allo sviluppo dei vitigni e delle denominazioni siciliane, il numero di prodotti con riconoscimenti di eccellenza e alta qualità sale immediatamente a 818, come dichiara Raffaele Borriello, direttore generale di Ismea.
Numeri che suscitano entusiasmo e che trovano conferma anche nell’aumento dell’export dei prodotti certificati, con una crescita complessiva del 140% negli ultimi 10 anni, per un valore totale che oggi supera gli 8 miliardi.

Merito di questi risultati va indubbiamente attribuito anche allo sviluppo dei consorzi. Se l’unione fa la forza, la crescita dell’organizzazione all’interno delle filiere della produzione DOP e IGP ne è sicuramente un esempio perfetto.
A questo, si aggiunge un cambiamento ancora più importante, che riguarda in particolare le industrie e il loro rapporto con i prodotti certificati. Se all’inizio, infatti, i prodotti riconosciuti erano percepiti come concorrenza da vincere, oggi sono considerati, a buon titolo, un vantaggio competitivo. Tutto questo grazie alla nuova consapevolezza del consumatore rispetto alle certificazioni e al loro valore, che spingono verso l’acquisto sempre più marcato di prodotti certificati o con componenti DOP o IGP.

ESG89 Group —> home.esg89group.it

L'articolo DOP e IGP : l’export spiega le vele proviene da CUORECONOMICO.



This post first appeared on ESG89 Group, please read the originial post: here

Share the post

DOP e IGP : l’export spiega le vele

×

Subscribe to Esg89 Group

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×