Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

L'Intelligenza Artificiale cerca di decifrare il manoscritto Voynich

Il misterioso manoscritto Voynich

In un certo senso, il Manoscritto Voynich è uno dei testi più misteriosi noti agli storici. Il testo è pieno di immagini fantastiche e surreali raffiguranti piante, disegni astronomici, strane creature e una varietà di scene oniriche. L'origine del testo è sconosciuta, ma la datazione al radiocarbonio della pergamena su cui è stato scritto fissa la sua data di creazione all'inizio del XV secolo. Il libro ha cambiato proprietà numerose volte nel corso dei secoli, passando dalle mani di alchimisti a collezionisti di libri rari e persino al re di Ungheria. Oggi il manoscritto Voynich risiede nella Beinecke Rare Book and Manuscript Library della Yale University. Composto da circa 240 pagine è scritto in una lingua e una scrittura sconosciute e sinora ha resistito ai tentativi di decifrazione anche da parte dei più abili crittografi del mondo.

Il manoscritto è pieno di queste strane scene di "ninfe".

Ogni anno o due, tuttavia, qualcuno afferma di aver decifrato almeno una parte del manoscritto, con la maggior parte degli indizi che suggeriscono che si tratta di un qualche tipo di manuale di farmacopea o botanica. Certo, si potrebbe ipotizzare questo anche guardando solo le immagini. Proprio questa settimana, tuttavia, una coppia di ricercatori canadesi di intelligenza artificiale afferma di aver sviluppato un algoritmo in grado di decifrare l'intero manoscritto. Il mistero del manoscritto Voynich è finalmente stato risolto ?

Curiosamente, molte delle piante raffigurate nel manoscritto non assomigliano a piante o fiori conosciuti.

Non esattamente. Ma potremmo esserci vicini. Greg Kondrak e Bradley Hauer dell'Università di Alberta affermano di aver sviluppato un algoritmo di intelligenza artificiale in grado di dedurre la lingua in cui un testo è stato scritto con un'accuratezza del 97%. Secondo il loro algoritmo, il manoscritto Voynich era probabilmente scritto in ebraico e poi crittografato usando un codice di sostituzione in cui le lettere sono state spostate e le vocali sono state rimosse dalle parole. L'algoritmo di Kondrak e Hauer ha rilevato che la prima frase del testo si traduce come "Ha fatto raccomandazioni al sacerdote, all'uomo di casa e a me e alle persone". Nella sua analisi delle prime 72 parole del manoscritto, l'algoritmo ha identificato "agricoltore", "luce", "aria" e "fuoco" come le quattro parole più comuni.


Benchè questi sviluppi vengano salutati come una svolta nella ricerca di decifrare il manoscritto Voynich, i ricercatori stessi notano che il loro lavoro è tutt'altro che completo e che ore e ore di ricerca umana sono ancora necessarie per interpretare la sintassi e il significato dietro le parole. Decifreremo mai veramente il manoscritto Voynich? E se fosse stato scritto con parole senza senso e pieno di immagini curiose a scopo di burla o scherzo? Dal punto di vista logico, trovo che sia il più probabile di tutti gli scenari. E quanto sarebbe stato esilarante scrivere un libro di sciocchezze che per secoli è stato studiato da uomini istruiti? Se è così, l'autore era un genio comico.

Fonte: Mysterious Universe


This post first appeared on Phobos Project, please read the originial post: here

Share the post

L'Intelligenza Artificiale cerca di decifrare il manoscritto Voynich

×

Subscribe to Phobos Project

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×