Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Aldo Moro, l’uomo del compromesso

Era il 9 maggio del 1978 quando, in via Caetani, a Roma, in una Renault 4 rossa, venne ritrovato il cadavere del presidente della Democrazia Cristiana, Aldo Moro.

Il politico era stato rapito il 16 marzo da un commando di brigatisti rossi in via Fani, dove furono uccisi i cinque uomini della sua scorta.

Moro, tenuto prigioniero per 55 giorni, fu poi ucciso e successivamente fatto ritrovare in una strada del ghetto ebraico, a pochi passi dalla sede del Partito comunista e da quella della Democrazia cristiana.

Un luogo simbolico? A giudicare dal momento storico in cui avvenne parrebbe proprio di sì.

Dopo decenni di indagini, 5 processi, e 2 commissioni di inchiesta oltre a quella attualmente in essere, il “caso Moro” è ancora oggi uno dei più controversi della nostra storia recente e secondo alcuni studiosi il mistero della sua fine non ha permesso di capire fino in fondo la sua figura storica.

Ma chi era Moro e quale è stato il suo contributo alla politica dell’allora ancora giovane e fragile democrazia italiana?

Aldo Moro2-800x400

L'articolo Aldo Moro, l’uomo del compromesso proviene da best5.it.



This post first appeared on Best5.it - Scienza, Animali, Cani, Curiosità, Inf, please read the originial post: here

Share the post

Aldo Moro, l’uomo del compromesso

×

Subscribe to Best5.it - Scienza, Animali, Cani, Curiosità, Inf

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×