Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Come si “leggono” gli esami del sangue

Anno nuovo, check-up nuovo.

Senza diventare ipocondriaci (basta un esame del sangue ogni 12-24 mesi per un individuo adulto in buona salute), sarà capitato a tutti, prima o poi, di avere in mano il referto degli Esami da portare al medico curante.

Ed è comprensibile il desiderio di capire subito quale sia il responso.

Però, orientarsi tra le varie sigle e attribuire il giusto significato a eventuali alterazioni riguardanti uno o più valori è, per la maggior parte di noi, un’impresa non semplice.

Premesso che, comunque, spetta sempre al nostro medico interpretare i dati, confrontarli tra loro e, quindi, formulare la diagnosi, può essere utile sapere a che cosa corrispondono le singole voci riportate nei referti e che cosa potrebbero indicare le eventuali variazioni rispetto ai parametri considerati “normali”.

Ricordiamo che questo articolo ha solo uno scopo indicativo e di cultura generale, perché nessuno di noi può sostituirsi alla competenza e professionalità del medico.

Non solo: alcuni laboratori utilizzano parametri diversi da quelli indicati, per cui è possibile che quanto riportato qui non coincida con il “range” del referto che avete in mano!

Curiosità:
Lo sappiamo tutti: il prelievo di sangue per gli esami va fatto alla mattina, a digiuno. Ma è proprio vero?
Secondo uno studio pubblicato sullo European Heart Journal, si otterrebbero risultati affidabili per il colesterolo e i trigliceridi anche se il prelievo fosse effettuato dopo i pasti.
Addio, quindi, all’affollamento mattutino nei laboratori di analisi? Non ancora, perché solo la Danimarca ha finora deciso di introdurre la possibilità di eseguire gli esami a qualsiasi ora del giorno e indipendentemente dai pasti consumati.
Così la prevenzione è diventata più facile per chi deve conciliare le esigenze di lavoro, per anziani e diabetici, che possono evitare il disagio del digiuno.

L'articolo Come si “leggono” gli esami del sangue sembra essere il primo su best5.it.



This post first appeared on Best5.it - Scienza, Animali, Cani, Curiosità, Inf, please read the originial post: here

Share the post

Come si “leggono” gli esami del sangue

×

Subscribe to Best5.it - Scienza, Animali, Cani, Curiosità, Inf

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×