Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Bald’s Leechbook, il libro delle prescrizioni mediche di Bald

Il Libro delle ricette mediche di Bald (Bald’s Leechbook), noto anche come Medicinale Anglicum, è un antico testo medico composto probabilmente intorno al IX secolo sotto Alfredo il Grande.

Il titolo dell’opera viene dal còlophon (breve testo all’inizio dell’opera che riporta le informazioni relative alla redazione del libro) in latino presente alla fine del secondo libro, che recita: “Bald habet hunc librum Cild quem conscribere iussit” (“Bald possiede questo libro e ordinò a Cild di compilarlo”).

Ad oggi non sappiamo chi fosse Bald e nemmeno Cild, anche se è logico supporre che siano state figure operanti nell’ambito medico medievale; sappiamo tuttavia che il termine “leechbook” è una modernizzazione di laece-boc, che nell’inglese arcaico significava “libro di prescrizioni mediche”.

Il libro di Bald è sopravvissuto in una sola copia manoscritta custodita all’interno della British Library, Royal MS 12 D XVII, e contiene anche un ulteriore testo medico, il Leechbook III, che sembra riportare prescrizioni e terapie tipicamente anglosassoni non influenzate dalla medicina mediterranea.

Struttura del libro delle ricette di Bald

I due libri che compongono l’opera contengono rimedi per malattie esterne (primo libro) e interne (secondo libro), una suddivisione unica nei testi medici d’epoca medievale.

Nel libro di Bald è presente anche l’unico riferimento, nella documentazione medica medievale anglosassone, relativo ad un’operazione di chirurgia plastica: si tratta di un intervento volto a curare il labbro e il palato leporino (cheiloschisi).

Secondo gli esperti, il Leechbook contiene un mix di medicina anglosassone, testi medici di origine mediterranea ed elementi probabilmente ereditati dalla medicina scandinava e nordeuropea, come attesterebbero alcune parole di origine celtica come torbegate, rudniolin, ons worm e Fornets palm.

Il libro delle ricette mediche di Bald (Bald's Leechbook)
Una pagina del libro delle ricette mediche di Bald (Bald’s Leechbook)

Il libro di Bald, pur contenendo molti rimedi basati sulla superstizione e dall’efficacia quanto meno dubbia, descrive anche alcune pratiche mediche all’avanguardia per l’epoca: ad esempio, nel 2015 un unguento prescritto per le infezioni oculari causate dallo Staphylococcus aureus è stato analizzato dai ricercatori dell’Università di Nottingham, scoprendo che si tratta di un medicamento realmente efficace.

Il libro del cerusico

La figura del cerusico viene spesso identificata con quella del chirurgo medievale. Nell’alto medioevo le pratiche chirurgiche e mediche venivano spesso affidate a barbieri e chirurghi itineranti, considerati indegni di praticare la professione medica perché effettuavano interventi “sporchi” e in condizioni igieniche precarie.

Dato che i medici eseguivano molto raramente operazioni chirurgiche, i barbieri proliferarono durante il Medioevo. Queste figure eseguivano operazioni di cataratta, scarificazioni, interventi sui denti e salassi, spesso accompagnando rimedi tradizionali (talvolta realmente efficaci) a pratiche magico-religiose.

Il libro di Bald sembra nascere in un contesto di medici-barbieri medievali: accanto ad incantamenti e preghiere si possono trovare rimedi tradizionali a base di erbe o di ingredienti di origine animale; molti rimedi e medicamenti sono evidentemente basati sulla superstizione, ma alcuni si sono dimostrati sorprendentemente efficaci.

Ricette mediche del libro di Bald
Mal di testa

Il rimedio per il mal di testa indicato nel libro di Bald è a base di barbabietola e miele. Il succo della barbabietola, mescolato al miele, andava applicato su tutta la testa. Il paziente doveva quindi sdraiarsi sotto al sole e lasciar colare il succo sul viso. Se il mal di testa colpiva solo metà del cranio, il libro indica una miscela di olio di alloro e aceto applicata sulle guance.

Pustole del vaiolo

Lasciar sanguinare le pustole e bere una ciotola di burro fuso: se le pustole formano escrescenze, bisogna scavarle tutte con uno spillo e dopo versarci sopra liquore di ontano invecchiato un anno, così non si vedrà la cicatrice.

Cataratta

Oltre a spalmare secrezioni epatiche di lepre sul viso, il rimedio più indicato era quello di mescolare cenere di pervinche bruciate con miele di bombi e strofinare la mistura sugli occhi. In alternativa alla pervinca, si potevano utilizzare “le parti grasse dei pesci di fiume, sciolte al sole”.

Occhi gonfi

Il rimedio per gli occhi gonfi indicato nel libro di Bald è quello di catturare un granchio vivo, tagliargli gli occhi e appoggiarli sul collo del paziente.

Mal d’orecchi

Il libro prescriveva un miscuglio di aglio, cipolla e grasso d’oca da infilare nelle orecchie del paziente. L’alternativa era il fiele (bile) di un toro o un liquido a base di uova di formica schiacciate.

Mal di gola

Il rimedio indicato per mal di gola, tonsillite e altri dolori al collo era quello di far seccare e tritare un album graecum, una massa bianca di escrementi di cane. Il cane che forniva la “materia prima” doveva aver rosicchiato un osso prima di defecare.

Verruche

Il libro di Bald indica come rimedio per le verruche l’applicazione di urina di cane e sangue di topo.

Incontinenza

Nel caso un uomo non riesca a trattenere la propria urina, bruciare le zampe di un cinghiale o di un maiale e mescolare le ceneri nella sua bevanda. In alternativa, il paziente può mangiare vescica di capra fritta, o vescica di montone bollita.

Morsi di serpente

Lavare una lumaca nera in acqua santa e farla bere alla vittima del morso. Per un morso di ragno invece, mescolare un uovo di gallina a escrementi di pecora in una ciotola di birra.

Bruciature

Il libro di Bald suggerisce una crema a base di escrementi di capra, gambi di grano e burro, il tutto scaldato sul fuoco e spalmato sulla pelle.

Tifo

Oltre a bere un’infusione di finocchio e partenio, secondo il libro di Bald il tifo poteva essere trattato facendo scrivere al paziente una preghiera mentre pronunciava i nomi dei quattro vangeli, tenendo poi il foglio in corrispondenza del cuore.

Pomata per gli occhi

Per le infezioni oculari, il libro di Bald raccomanda una pomata a base di aglio, cipolla e secrezioni dello stomaco di mucca. La mistura, ricreata e analizzata dai ricercatori della University of Nottingham, si è dimostrata capace di uccidere il 90% delle colture di Staphylococcus aureus.

La ricetta prevedeva la macinatura di aglio, porro e cipolla in un mortaio per due minuti. Alla pasta ottenuta venivano aggiunti 25 millilitri di vino inglese e le secrezioni essiccate di uno stomaco bovino. Il miscuglio andava mantenuto in un luogo fresco e asciutto per circa 9 giorni prima di essere utilizzato.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

20 Anglo-Saxon Remedies From Bald’s Leechbook
Bald’s Leechbook Now Online
1,000-year-old onion and garlic eye remedy kills MRSA



This post first appeared on VitAntica, please read the originial post: here

Share the post

Bald’s Leechbook, il libro delle prescrizioni mediche di Bald

×

Subscribe to Vitantica

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×