Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Letterina ad Aiki-Gesù Bambino

Caro Aiki-Gesù Bambino,
fra poco sarà Natale e volevo scriverti la mia letterina... per ricevere i meritati regali accanto al presepe shintoista, accuratamente allestito sfruttando il tempietto del kamiza.

Innanzi tutto per l'anno nuovo vorrei che l'Aikido mi portasse tante cose belle e nuove!

Vorrei che il corso fosse GRATIS, ma che il mio Insegnante fosse preparatissimo... che avesse investito l'intera vita a studiare e formarsi sui tatami di mezzo mondo, che fosse 15º dan: beh, se ci fosse da pagare 5,00 € al mese - forse - potrei sopportare la cosa... ma non di più!

Basta ai ciarlatani e basta a quelli che costano troppo cari: sono due razze che non si possano più sopportare... fortuna che rare volte sono concomitanti!

Vorrei che ci fosse lezione di Aikido ogni giorno, 5 volte al dì... così mi scelgo l'orario che più mi comoda e che non mi crea conflitti con lavoro, la famiglia, l'amante, la pulizia del mio pesce rosso... e il portare a spasso il cane.

Vorrei anche che l'Insegnante venisse a casa a farmi recuperare le lezioni che perdo al Dojo... perché volevo vedere la partita, dovevo andare a festeggiare il compleanno di mia suocera o perché avevo la recita all'asilo di mia figlia: non ci vuole molto, di domenica ci potremmo mettere d'accordo per fare un'oretta sul tappeto del salotto, spostando il tavolino di cristallo...

Se ama l'Aikido e lo vuole divulgare veramente, infondo dovrebbe essere disposto a farmi anche questo favore: non credo di chiedere troppo! ... Se proprio non potesse, mi accontenterei di avere su YouTube i video delle tecniche che devo imparare per l'esame, al massimo le ripasso con mia nonna come uke, nel peggiore dei casi.

Vorrei ricevere il ken ed il jo di quercia bianca, quelli che costano cari... magari con il mio nome scritto in giapponese ed accanto la firma di Steven Seagal.

Per il prossimo anno vorrei che il mio capo la smettesse di darmi l'ultimo lavoro urgente proprio 5 minuti prima che io esca dall'ufficio... e proprio in quelle due sparute volte alla settimana in cui ho palestra: il mio Insegnante non capisce il mio dramma, e continua a dirmi che dovrei frequentare di più.

Aiki-Gesù Bambino, fa che il mio datore di lavoro, la mia famiglia ed il mio Maestro un giorno si incontrino per caso in un bar... così che si conoscono (obbrobrio grammaticale n.d.r.) e possono avere modo di spiegarsi perché non vado sempre a lezione: che sia la volta che il mio Maestro li picchia tutti (l'uccisione della lingua italiana continua), se ritiene che sia il caso!

L'Aikido è pace ed amore, ma la gente non deve sconquassare troppo i cabasisi, però!

Vorrei sgomberare la cantina e stenderci 3 o 4 tatami usati, per potermi allenare da solo (! n.d.r.) quando ho tempo e diventare bravo nelle cadute... ed andare più spesso a fare scampagnate di domenica, dove prometto di portare il jo per ripassare i suburi... che i nomi proprio non mi entrano in testa!

Se è possibile, vorrei che ci fossero più seminari di Aikido nel luogo in cui vivo, così che - quando ho voglia - possa andare a fare un po' di sano movimento pure di sabato e di domenica... ma non sempre: l'ideale sarebbe che si organizzassero i seminari tutti concomitanti una domenica al mese, così posso scegliere dove mi piace andare e chi se ne frega degli altri... tipo cambiare canale col telecomando.

Al massimo potrei frequentare sabato mattina in un Dojo, al pomeriggio in un altro... e domenica mattina provare un altro Maestro ancora: così in un week end ho fatto 3 seminari ed ho 3 nuove firme sull'Aikidokard!!!

Chissene se avevano avuto un programma che aveva senso frequentare per intero... mica sono come Padre Pio e mi biloco! Poi io sono uno che impara infetta, quindi mi bastano 2 ore ed ho già capito tutto!

E basta anche con sti eventi in cui è necessaria una preiscrizione: io voglio poter decidere fino all'ultimo se, quando e dove andare... sono per un Aikido libero io!

Caro Aiki-Gesù Bambino, vorrei diventare 5º dan un giorno... e che mi venissero riconosciuti tutti gli enormi sforzi e sacrifici che sto facendo per allenarmi, ma c'è tempo: ora sono 6 anni che sono 5º kyu e mi sembra che le cose di base le ho abbastanza capite (seppuku grammaticale, ma noi soprassediamo... ndr.).

Poi, già che è ci siamo, vorrei chiederti ancora delle cose... sempre se si può, s'intende!

Vorrei che quel brutto ceffo del mio senpai la smettesse di attaccarmi le pezze su quante cose sbaglio mentre pratico e si mettesse ad allenarsi pure lui: quando non ha voglia di sudare, sto zoticone infame, passa il tempo a spiegarmi ogni minimo angolo in me che non va... ma non c'è il Sensei per questo!

Pratica e non rompere le balle, - dico io - che se stiamo fermi così, col cavolo che ci divento 4º kyu fra 10 anni!!!

Poi, lo so che non si dovrebbe, ma vorrei anche io... nelle sere in cui non ho voglia di sbattermi... avere un principiante più principiante di me, da importunare a dovere con i miei saggi neologismi sul Do, così non sudo io e pure lui di sicuro se ne avvantaggia non poco. Non lo dico per me, ma c'è tanto bisogno che certe cose vengano spiegate bene (pure meglio di quanto sia capace il Maestro, una sorta di Aikido CEPU per i più tardino, insomma)!

Questo mondo è strano, ma spero che l'Aikido lo metta apposto: vorrei che l'Aikido cambiasse questa società sbagliata e tutte le cose che di lei non vanno... e trasformasse tutti in una personcina ammodo, proprio come sono io!

Se più gente facesse Aikido, forse le cose andrebbero meglio... perché potrebbe imparare un sacco di cose etiche e virtuose: io, che ste cose le ho già abbondantemente capite, ed in fatti - modestia a parte - mi sento abbastanza vicino al modello di allievo perfetto... quindi lo dico così, per puro spirito caritatevole verso ciò che non funziona ancora al di là di me: la fuori di lavoro da fare ce n'è ancora proprio tanto!

Caro Aiki-Gesù Bambino, di cose da chiedere ce ne sarebbero tante... e sono certo che anche tu avrai un sacco da fare: dovrai andare in tutti quei Dojo dove si pratica un Aikido "quaraquaqua" ad indicare loro qual è l'UNICO, VERO Aikido nel quale vale la pena di allenarsi... lo stesso - guarda caso - che si impara già qui da me.

Sono stato fortunato io a finire già nel luogo GIUSTO e MIGLIORE: pensa se fossi capitato da quelli che fanno quegli stili strani che non hanno nulla a che vedere O' Sensei e con la più pura tradizione marziale... che schifo, non mi ci fare neanche pensare!!!

Fortuna che tu sei buono, e nella tua infinita bontà, perdoni anche loro e gli porti un barlume di speranza: se si impegneranno a dovere, potranno elevarsi anche loro dal guano nel quale sguazzano ancora ignari... e magari felici (pensa quanta ignorantezza c'è ancora in giro!).

Vorrei anche che tutte le Federazioni, le Scuole e gli stili iniziassero ad andare più d'accordo: non si capisce bene perché il mondo dell'Aikido sia ancora veramente troppo frazionato, al contrario di quanto non insegni la sua filosofia (i verbi coniugati bene, cosa gli sarà successo!!! n.d.r.).

Mi auguro veramente che questa situazione migliori e che non venga a rompere le scatole a me, che ho bisogno di tranquillità e sicuramente non di altri problemi.

Caro Aiki-Gesù Bambino, so che esaudirai tutti i miei desideri... perché io all'Aikido voglio veramente bene un tot e credo si veda; se così non dovesse essere però, non importa: so che farai del tuo meglio come sempre e come fanno di solito tutti quelli con gli occhi a mandorla... ce lo dice sempre il nostro Maestro che sono i migliori e che come loro non ce n'è!

Spero di imparare anche ad essere bravo come te, perché - anche se credo di avere già fatto molta strada - a volte non so come mai, ma mi sento una brutta merdaccia... ma non perché gli altri mi trattino male... è proprio qualcosa di più profondo, che accade quando mi guardo negli occhi dritto allo specchio.

Vabbè, giacché ci siamo, tu portami anche un nuovo specchio nuovo: uno di quelli in cui ti specchieresti figo, anche se sapessi di non valere niente.

Grazie di tutto e smettila di fare koshinage alla befana: povera donna, è vecchia e si scassa già abbastanza a cavalcare un jo nelle notti d'inverno... anche tu, basta segare le gambe alla concorrenza in modo violento!

--------------------------------------------

In Redazione ci è giunta questa lettera di nostro appassionato lettore, che abbiamo pubblicato senza apportare modifiche: noi non commentiamo ed auguriamo a ciascuno di voi di trascorrere Buone Feste. Aikime tornerà on-line con tante novità a partire dall'11/01/16.

A presto!



uno sguardo sull'Aikido


This post first appeared on Aikime, please read the originial post: here

Share the post

Letterina ad Aiki-Gesù Bambino

×

Subscribe to Aikime

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×