Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

Kabul, una nuova esplosione: i talebani firmano il massacro



Di Matteo Carnieletto

Una nuova nube di fumo si alza verso il cielo di Kabul. È l'ennesima bomba. L'ennesimo attacco terroristico che provoca almeno 95morti (secondo la Bbc) e un numero imprecisato di feriti: 158, almeno per il momento.

Chi è sopravvissuto alla strage fornisce un racconto drammatico: "C'erano molti corpi morti e sangue ovunque. Le persone piangevano, urlavano e correvano via". Un'altra persona racconta: "Mi trovavo vicino al ministro degli Interni per svolgere alcuni lavori. Non appena sono uscito, ho guardato alle mie spalle e ho visto un'enorme esplosione tra i due posti di blocco nell'area diplomatica".

L'esplosione è stata tremenda: gli edifici sono stati colpiti a centinaia di metri dall'esplosione. Le finestre dell'ufficio dell'Afp, a due chilometri di distanza, hanno tremato mentre a "Chicken street", la strada degli antiquari, le vetrine si sono infrante.

La strage è stata rivendicata dai talebani per bocca di Zabihullah Mujahid: "Un martire ha fatto saltare in aria la sua autobomba vicino al ministero dell'Interno, dove si trovavano numerose forze di polizia".
Un reporter di Al Jazeera, che ha raccolto informazioni di alcuni testimoni, ha Detto Che l'esplosione sarebbe avvenuta "sulla strada del vecchio ministero dell'Interno, dove sono presenti due posti di blocco pesantemente sorvegliati. Secondo la polizia si è trattato di un attentatore suicida", che avrebbe azionato la cintura esplosiva all'altezza del secondo checkpoint. Per la Bbc, invece, l'esplosivo sarebbe stato nascosto dentro un'ambulanza. Una versione confermata anche da Nasrat Rahimi, portavoce del ministro dell'Interno, all'Independent: "Il kamikaze ha utilizzato un'ambulanza per passare i posti di blocco. Al primo controllo ha detto che stava portando un paziente verso l'ospedale Jamuriat. Al secondo posto di blocco, invece, è stato identificato e ha fatto esplodere la carica". Per l'Agi, l'attacco sarebbe avvenuto nell'affollata piazza Sedarat, dove sono presenti gli uffici del ministero dell'Interno, la sede della polizia, la delegazione dell'Unione europea, e il liceo per ragazze Malalai. I talebani hanno insomma colpito il cuore di Kabul.
Fonte e articolo completo: http://www.ilgiornale.it/news/mondo/kabul-nuova-esplosione-ci-sono-almeno-18-feriti-1487464.html


This post first appeared on Informazione Consapevole, please read the originial post: here

Share the post

Kabul, una nuova esplosione: i talebani firmano il massacro

×

Subscribe to Informazione Consapevole

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×