Get Even More Visitors To Your Blog, Upgrade To A Business Listing >>

L’amore è un’altra cosa: la commedia dell’arte sbarca a Roma con il Festival internazionale COMEd’ARTE

L’amore è un’altra cosa: la Commedia dell’arte sbarca a Roma con il Festival internazionale COMEd’ARTE
Fermata Spettacolo

“In ogni confessione di donna ci sono dei silenzi”.

E’ approdato a Roma il Festival internazionale di Commedia dell’Arte, COMEd’ARTE, giunto quest’anno alla sua VII edizione! Fino a domenica 17 settembre, al Nuovo Teatro San Paolo, una serie di spettacoli di Commedia dell’Arte classica e moderna, eventi per bambini ed adulti, performance, seminari e corsi per attori professionisti ed amatoriali sul tema della maschera. Dieci giornate intense di allegria e sperimentazione, nonché di confronto, perché tutte le compagnie che si esibiscono – italiane ed estere – hanno bisogno e gradiscono suggerimenti da parte degli spettatori. Le osservazioni diventeranno per loro uno spunto per migliorarsi.

Ieri sera è andata in scena L’amore è un’altra cosa, una commedia dell’arte made in Imola, scritta e diretta da Paula Noelia Cianfagna con Massimiliano Buldrini, Stefano Fusaro e Reina Saracino. Una commedia semplice, intuitiva e divertente, e soprattutto in maschera. L’argomento trattato uno dei più universali e irrisolti al mondo: l’amore, le sue difficoltà ed incomprensioni. Tre gli attori che con rapidità e maestria si cambiano d’abito e di maschera. Come è solito nella tradizione della commedia dell’arte, gli uomini interpretano personaggi femminili e le donne – qui un’unica attrice – interpretano ruoli maschili. Questo è forse un elemento che spiazza lo spettatore non abituato a questo genere di spettacoli e fa tuffare nel passato, chi, invece, mastica bene la materia.

In sostanza, la storia è questa. Il Capitano (Capitan Fracassa) è spronato da suo padre a prender moglie ed inizia a corteggiare Clarice fino a quando riesce a sposarla e si accorge che la quotidianità del matrimonio è fatta di gesti ed azioni – come sbucciare i pomodori per preparare la cena – che a lui proprio non vanno giù. Clarice, come Brighella nella tradizione della commedia dell’arte, è molto furba.

A questa prima coppia se ne affianca una seconda, quella che si forma tra Orazio e Lidia. Entrambi, come Arlecchino, sono vivaci, allegri e un po’ goffi e ovviamente divertentissimi nelle loro calzamaglie! Indossano le maschere della scimmia e dell’orango. Il padre di Orazio, il signor Corviello, che ci ricorda Pantalone, suo malgrado, sposerà l’anziana strega Lavora che gli ha “fregato” 200 denari – ecco qui che la terza coppia domina la scena. E poi si intrufolano nella vicenda il servo Gianni e il suo compagno di prigione, George, che intoneranno anche una canzone sulle note composte da uno degli attori stessi.

Il tema dell’amore viene trattato e smascherato in tutte le sue accezioni: l’amore per i giovani è sentimento, romanticismo, è batticuore, è essere corrisposti. Per i loro genitori l’amore è sposarsi chi ha più dote da donare! E’ un affare di soldi! E questa duplicità di visione rappresenta proprio il dualismo tra il punto di vista del giovane acerbo, che ancora sogna il matrimonio e nutre un amore sincero, e quello dell’adulto, disincantato, per il quale l’amore e il matrimonio sono fattori di convenienza economica, con un risvolto carnale più che passionale. Alcune scene sono molto comiche, come quella di Lavora che la notte del matrimonio propone al Sig. Corviello di consumare!

Come una vera commedia d’arte, le vicende sono ispirate alla realtà quotidiana, arricchite con numeri acrobatici, danze e canti. La scenografia essenziale: il palco in legno e dei vasi di fiori. Numerosi i cambi di costumi.

Molto bravi gli attori (il trio), nella mimica, nella gestualità, nelle battute impeccabili con un accento marcato, e nella presenza scenica.

Altri spettacoli e workshop saranno in scena fino a domenica sera al Nuovo Teatro San Paolo.

L’amore è un’altra cosa: la commedia dell’arte sbarca a Roma con il Festival internazionale COMEd’ARTE
Fermata Spettacolo



This post first appeared on Fermata Spettacolo - Web Magazine Di Recensioni E, please read the originial post: here

Share the post

L’amore è un’altra cosa: la commedia dell’arte sbarca a Roma con il Festival internazionale COMEd’ARTE

×

Subscribe to Fermata Spettacolo - Web Magazine Di Recensioni E

Get updates delivered right to your inbox!

Thank you for your subscription

×